arredo casa soggiorno

Il prestito per arredamento

Cosa è un prestito per arredamento? Cosa di deve valutare al momento di richiedere un finanziamento per evitare di incorrere in spese non preventivate?

Il prestito per arredamento rientra in una categoria di prestito personale che permette di richiedere liquidità per sostenere le spese di arredamento della propria casa o di un altro ambiente, anche di lavoro come nel caso di un ufficio o altro locale ad uso commerciale.

Accedendo a questa tipologia di prestito è possibile realizzare il proprio progetto di arredamento, ottenendo liquidità che viene poi restituita, come altre forme di prestito, attraverso delle rate mensili, stabilite in base alle proprie esigenze.

Prima di scegliere qualunque tipo di soluzione di finanziamento, è bene però richiedere più preventivi specifici a diverse finanziarie o istituti di credito che siano tagliati su misura in base alle proprie idee di arredamento.

Per prima cosa, cerca i Migliori in Italia fra le banche e le finanziarie disponibili, e fatti fare un preventivo per valutare i costi dell’operazione.

E’ bene valutare la forma migliore di finanziamento, il prestito che meglio risponde alle nostre esigenze, cercando di ottenere le migliori condizioni di mercato.

Non ci vuole molto tempo per ottenere l’esito della propria richiesta, bastano anche solo 24 ore per avere un’idea. E l’indagine può essere fatta anche online, direttamente nel sito dell’agenzia o in altri comparatori specializzati.

E’ bene sapere che alcune finanziarie nei costi del finanziamento includono anche le spese accessorie, ovvero alcune spese che non sono legate al rimborso del capitale o al pagamento degli interessi. Si tratta di i costi legati ai servizi necessari alla gestione del prestito.

Le spese accessorie sono le spese di istruttoria, le spese di incasso e gestione rata, l’imposta di bollo/sostitutiva sul contratto, le spese di chiusura della pratica, il costo per le singole comunicazioni periodiche, il costo di una eventuale assicurazione.

Come altro elemento di valutazione importante e corretta nella proposta di prestito che si riceve dopo una eventuale richiesta, è necessario considerare ed esaminare anche, e molto attentamente, sia il TAN (Tasso Annuo Nominale) sia le spese accessorie.

Per procedere ad un confronto esaustivo e preciso tra le diverse proposte e offerte che riceverai, puoi utilizzare il TAEG, ovvero il Tasso Annuo Effettivo Globale. Il TAEG è composto dal TAN e dalle spese accessorie, e riassume in valore percentuale il costo reale di un prestito. Da questa valutazione possiamo capire la reale convenienza del finanziamento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *