mercati finanziari online

Trading online, come scegliere la migliore piattaforma

Operare nel mercato finanziario online comporta delle scelte di qualità rispetto agli strumenti da utilizzare per ottenere delle prestazioni adeguate ai risultati sperati. Investire online comporta necessariamente delle valutazioni da fare, considerando che la postazione è privata, ovvero si esercita dal proprio pc, tablet o smartphone, e che vi sono diverse modalità di interazione, sia con software da scaricare sia mediante accesso dal web.

Ognuno può preferire un metodo, entrambi hanno pro e contro. Ma la scelta della piattaforma poggia anche su altri parametri e criteri. Ad esempio, la possibilità di utilizzo di alcune funzioni, che rappresentano un valore aggiunto, in mano ai trader.

Chi fa trading deve poter stabilire quando farlo e deciderlo impostando un piano temporale direttamente nella piattaforma. Questo comporta la necessaria “usabilità” da garantire al singolo utente. Ma prima di entrare nel dettaglio tecnico, vediamo quali sono i criteri di scelta primari per orientarsi verso una piattaforma di trading online.

Come scegliere la piattaforma per il trading online?

Per dirsi “migliore” una piattaforma deve offrire condizioni convenienti per operare sui mercati finanziari. Deve essere funzionante, rispondere ad ogni azione che il trader vuole fare; deve essere garantita da una licenza (broker) che riconosca l’attività svolta.

La piattaforma per il trading online deve rispondere a dei requisiti precisi:

  • Sicurezza
  • Affidabilità
  • Convenienza

La convenienza dipende da due elementi:

  • dallo spread vantaggioso
  • dal bonus

Una classifica delle migliori piattaforme per trading online gratis, che offrono i conti di trading migliori, dove aprire un conto di trading on line, sono tre e le presentiamo, spiegandone nel dettaglio le caratteristiche, in questa pagina web: http://www.mercati24.com/le-migliori-piattaforme-di-trading-online/.

Come ottenere risultati concreti con il trading online?

Guadagnare con il trading online dipende anche, ma non solo, dalla scelta della piattaforma. Per ottenere risultati concreti con gli investimenti nel mercato bisogna individuare delle strategie, conoscere cosa avviene nel quotidiano, saper anticipare alcuni trend, avere un atteggiamento mentale adeguato al tipo di attività. Guadagnare con il trading è possibile, non serve una laurea in economia, ma lo studio è importante come per ogni altra professione che richieda l’apprendimento delle nozioni di base.

Sbagliato l’atteggiamento di chi pensa che per fare trading sia sufficiente aprire un conto, investire un centinaio di euro, o scommettere una cifra tanto per provare. Questo tentativo può andare a buon fine, facendo guadagnare dei soldi, ma non è la strada maestra da percorrere, perché non è una tecnica a regime.

Strumenti di TOL – (trading online)

Utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalle piattaforme con le quali fare trading online è parte del processo che porta ad un reale guadagno. Prima di interagire con una piattaforma è bene conoscerne tutte le funzionalità.

Con le piattaforme possiamo tenerci al passo con le notizie che influenzano un titolo, con le news di settore, di macro e microeconomia che hanno un’influenza diretta sul mercato e sui titoli.

Nella piattaforma possiamo avere a portata di clic le informazioni sulla società: capitale, contratti, target price, rating, considerazioni e commenti da parte degli analisti.

Nella piattaforma abbiamo anche una sezione riguardante i dati statistici e finanziari: bilanci, indici, grafici per l’analisi di un titolo, analisi con i vari indicatori.

Modalità temporali dell’investimento

L’investitore ha tre diversi modi di operare in base all’asse temporale decisa:

Lo scalping, operazioni della durata di minuti, di entrata e uscita dal mercato, ripetutamente nel corso della giornata prevedono l’uso frequente e costante della piattaforma. Le strategie di scalping richiedono una cura particolare, essendo molto complesse.

Il day trading si riferisce ad un arco temporale giornaliero, per cui l’investitore acquista un’azione in un certo giorno, dopo aver effettuato delle analisi, in base alle notizie di mercato.

Gli open trader, invece, sono coloro che negoziano random, oppure in base all’uscita di dati e/o notizie.

Investitori ‘long’ si riferisce, invece, a chi apre posizioni long, ritenendo che quel dato titolo, in base a degli eventi, possa crescere in un arco temporale medio/lungo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *